• img-book

    Magda Di Renzo, Eliana Tisci,

Sale!
ISBN: 9788886801270
Categoria:

Un approccio terapeutico al balbuziente

di: Magda Di Renzo, Eliana Tisci,

Il libro si propone come un cammino verso la comprensione del mondo interiore del balbuziente per inferire da questo una terapia rivolta alla persona e non al sintomo. Le autrici attribuiscono la massima importanza a una diversificazione dell’intervento in base alla personalità, all’età, all’ambiente familiare e alla gravità della balbuzie.

14,46 12,50

Esaurito

Note sugli autori
avatar-author
Psicologa, analista junghiana, membro del CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) e dell’IAAP (International Association for Analytical Psychology), direttrice della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia psicodinamica dell’età evo­lutiva dell’IdO (Istituto di Ortofonologia) di Roma. Responsabile del Servizio di Psicoterapia dell’età evolutiva dell’IdO, ha promosso molte ricerche nell’ambito delle patologie infantili e adolescenziali, tra cui il «Pro­getto Tartaruga» per i bambini affetti da autismo. Docente nelle diverse scuole di specializzazione in psicoterapia, è autrice e coautrice di numerose pubblicazioni, tra cui per i tipi delle Edizioni Magi ricordiamo: Il colore vissuto (1998), Fiaba, disegno, gesto e racconto (2a ed. 2005), I significati dell’autismo (2007), Sostenere la relazione genitori-figlio nell’autismo (2011), Le potenzialità intellettive nel bambino autistico (2011), Il processo grafico nel bambino autistico (2013).
Libri di Magda Di Renzo
Aggiungi al carrello
Leggi tutto
Leggi tutto
Aggiungi al carrello
Aggiungi al carrello
Aggiungi al carrello
Leggi tutto
Aggiungi al carrello
Note sugli autori
avatar-author
Diplomata in Logopedia, ha una lunga esperienza personale di Psicoanalisi. Ha svolto attività nell'ambito dei disturbi della comunicazione nel servizio di logopedia; attualmente esercita la propria attività presso il servizio di Psicologia dell'Istituto di Ortofonologia di Roma.
Libri di Eliana Tisci
Quarta di copertina

Che significato si può dare al fatto che la balbuzie scompare quando il soggetto recita, canta o si esercita a parlare in solitudine? Come si può pensare che un fenomeno così discontinuo sia generato da una causa organica? Perché le tecniche per eliminare la balbuzie hanno un effetto solo temporaneo? Soltanto entrando nell’universo del balbuziente è possibile trovare una risposta esauriente ad avvenimenti così contraddittori. Il libro si propone come un cammino verso la comprensione del mondo interiore del balbuziente per inferire da questo una terapia rivolta alla persona e non al sintomo. Le autrici attribuiscono la massima importanza a una diversificazione dell’intervento in base alla personalità, all’età, all’ambiente familiare e alla gravità della balbuzie. L’intervento, tuttavia, non esclude l’eventuale supporto di una tecnica linguistica che diventa però strumento dell’approccio psicoterapico. Una nuova visione del problema, dunque, che si sovrappone alla ricerca del metodo elettivo ponendo in primo piano la personalità del balbuziente.