• img-book

    Laura Tremelloni

Sale!
ISBN: 9788874873999

Tracce autistiche in adulti

Ricerca psicoanalitica e proposte di terapia

di: Laura Tremelloni

ll libro testimonia le difficoltà diagnostiche e terapeutiche incontrate con pazienti adulti che hanno conservato nel loro inconscio residui di autismo, pur avendo sviluppato una vita sociale e professionale nella norma.

25,00 21,00

Copie:
Note sugli autori
avatar-author
Medico psichiatra. Ha lavorato inizialmente come assistente nella Clinica universitaria di Psichiatria e di Neuropsichiatria infantile di Milano e poi nell’ambito privato come psicoterapeuta a orientamento psicoanalitico con adulti e bambini. Ha conseguito la sua formazione psicoanalitica nel Centro di Studi Milanese di Psicoterapia e ha perfezionato il suo percorso tramite numerosi contatti di supervisione con analisti didatti quali Gaetano Benedetti, Bernard Cramer, Johannes Cremerius, Joyce McDougall, Salomon Resnik, Francis Tustin, Martha Harris e Anne Alvarez. È stata socia fondatrice, nel 1982, con Salomon Resnik e altri colleghi, del Centro Internazionale Studi Psicodinamici della Personalità (CISPP) a Venezia, dove per molti anni ha svolto attività seminariale e di docenza. Il suo interesse principale di studio è rivolto all’autismo e alla psicosi. Ha raccolto il frutto della sua lunga esperienza clinica nel libro Arctic Spring, pubblicato a Londra nel 2005 e successivamente edito in Italia con il titolo Primavera nell’Artico. Potenzialità evolutive nell’autismo e nella psicosi (2006). Anche il presente volume è stato pubblicato, nel primo semestre del 2018, dalla Routledge di Londra con il titolo Psychoanalytic work with Autistic Features in Adults. Clinical Intervention Methods and Technique.
Libri di Laura Tremelloni
Aggiungi al carrello
Quarta di copertina

Con il passare del tempo ho capito che l’espressione «accogliere il paziente» assume diversi significati e una diversa profondità nelle varie fasi della terapia. Inizialmente significa accettarlo nella sua diversità, ma poi vuol dire ripercorrere i propri vissuti contemporaneamente a lui. Significa comprendere il modo di essere del paziente come il risultato di un tentativo di sopravvivenza, senza preconcetti, giudizi o urgenza di darsi spiegazioni psicologiche.
Significa «stare assieme»…

ll libro testimonia le difficoltà diagnostiche e terapeutiche incontrate con pazienti adulti che hanno conservato nel loro inconscio residui di autismo, pur avendo sviluppato una vita sociale e professionale nella norma.
A seguito di avvenimenti emotivamente significativi, queste esperienze primitive nascoste possono manifestarsi con crisi acute di disgregazione del Sé.
Come mettersi in contatto con il paziente e con il suo mondo primitivo, di fronte ai vissuti di terrori esistenziali? Come tradurre le emozioni in parole? Come accogliere i pezzi frammentati del paziente, riconoscere gli elementi grezzi in cerca di significati e decifrare i segni corporei per trasformarli simbolicamente?
La prima parte del libro approfondisce aspetti teorici degli stati autistici e della loro evoluzione e comprende un’interessante trattazione dell’importanza della pelle in quanto contenitore e ricettore delle prime esperienze sensoriali nella costituzione del Sé.
La seconda parte è dedicata alla descrizione di alcuni casi clinici e dimostra gli ostacoli che l’analista incontra nel suo lavoro a causa di «carenze» nel Sé e dell’emergenza di vissuti primitivi di «non-essere». Per favorire lo sviluppo delle parti mancanti del Sé si rivelerà necessaria una modificazione della tecnica analitica classica in cui il controtransfert diventerà lo strumento terapeutico di maggiore efficacia.