• img-book

    Donald W. Winnicott

Sale!
ISBN: 9788874871766

Sostenere e interpretare

Frammento di un'analisi

di: Donald W. Winnicott

Il frammento di un’analisi, che costituisce questo volume, si riferisce agli ultimi sei mesi della terapia analitica di un paziente trentenne, affetto da un disturbo schizoide, e seguito da Winnicott, con diversi intervalli di varia durata, dall’età di 19 anni.

18,00 15,50

Copie:
Note sugli autori
avatar-author
Nato a Plymouth (Inghilterra) nel 1896, trascorse l'infanzia nella sua città natale. Dopo aver frequentato la Leys School e il Jesus College a Cambridge, proseguì i suoi studi presso l'ospedale St Bartholomew's di Londra, cominciando a interessarsi al campo clinico e, in particolare, alla pediatria. Ad eccezione dell'anno di internato presso il St Bartholomew's, svolse la sua carriera esclusivamente in ospedali pediatrici. Per quarant'anni lavorò presso il Paddington Green Children's Hospital di Londra. In quegli anni, il suo reparto subì una graduale trasformazione, concentrandosi in modo particolare sul trattamento delle patologie psichiatriche. Dopo aver completato il proprio training psicoanalitico, fu eletto presidente della British Psychoanalytical Society. Uno dei suoi principali interessi consisteva nella divulgazione di idee derivate dalla pediatria, psichiatria infantile e psicoanalisi, in un linguaggio comprensibile da genitori, insegnanti e assistenti sociali. I suoi articoli scientifici nel campo della psicoanalisi sono stati raccolti e pubblicati in numerosi libri. Si è occupato della formazione di psicoanalisti, psichiatri infantili, insegnanti e assistenti sociali, dedicandosi alla pratica della psicoanalisi fino alla morte, avvenuta nel 1971. Di Winnicott, per i tipi delle Edizioni Magi, è stato pubblicato di recente il volume Il bambino, la famiglia e il mondo esterno.
Libri di Donald W. Winnicott
Aggiungi al carrello
Quarta di copertina

Il frammento di un’analisi, che costituisce questo volume, si riferisce agli ultimi sei mesi della terapia analitica di un paziente trentenne, affetto da un disturbo schizoide, e seguito da Winnicott, con diversi intervalli di varia durata, dall’età di 19 anni. Alcuni episodi accaduti nelle ultime sedute del precedente ciclo di terapia sono descritti nel saggio «Ritiro e regressione», riproposto nell’appendice del volume. L’abilità di Winnicott nel rispettare la realtà psichica del paziente nel contesto dello spazio analitico, la sua straordinaria vivacità intellettuale, le sottili interpretazioni e interazioni con il paziente – non condizionate da rigidi presupposti teorici –, il carattere non conclusivo delle sue affermazioni, che rispecchiano l’indeterminatezza delle dinamiche psicologiche in atto, sono aspetti che rendono questa testimonianza straordinaria e memorabile. «I professionisti in campo clinico», scrive M. Masud R. Khan nell’Introduzione, «possono trarre diversi insegnamenti dalla lettura di questo resoconto analitico, ma il più importante è forse questo: un analista non dovrebbe mai tentare di curare un paziente più di quanto non ne abbia bisogno, senza considerare le risorse psichiche che possiede per vivere dopo la cura».