• img-book

    Marina Manciocchi

Sale!
ISBN: 9788874870714
Categoria:

Antigone e le trame della psiche

Mitologia e creatività in psicoterapia

di: Marina Manciocchi

Rivolgersi alla Grecia, ai suoi miti, al grande mondo delle opere tragiche per capire che la sofferenza umana, prima di divenire patologia psichica, rappresenta soprattutto sfondo simbolico e tragico dell’uomo, è il percorso lungo il quale si dispiega il tema di questo libro…

14,00 12,00

Copie:
Note sugli autori
avatar-author
Psicologa, psicoterapeuta, analista junghiana del CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) di Roma, dove svolge attività didattica e di supervisione. Insegna «Psicologia del sogno» e «Psicologia del mito, folklore e fenomeni religiosi» nella Scuola di psicoterapia del CIPA, «Psicologia dell’adozione» nella Scuola di psicoterapia delI’IdO (Istituto di Ortofonologia) di Roma e collabora con l’area junghiana della Scuola di Psicoterapia Comparata (SPC) di Firenze. Ha istituito gruppi di ricerca teorico-clinici sul collegamento tra creatività e spiritualità e ha coordinato, insieme al CIPA Istituto per l’Italia Meridionale e la Sicilia, gruppi di studio sul mito. Già psicologa dirigente nella ASL RM H, dove è stata responsabile di un servizio materno infantile distrettuale e dove ha avviato e gestito il GIL Adozioni aziendale, è docente nei corsi ECM per operatori socio-sanitari. Ha pubblicato diversi articoli relativi al mito, all’importanza della spiritualità e della creatività nella terapia, alle problematiche dell’adozione e alle sintomatologie psichiche. Per i tipi delle Edizioni Magi è uscito nel 2012 il suo libro Antigone e le trame della psiche. Mitologia e creatività in psicoterapia. La sua attività professionale si svolge tra Roma e Velletri.
Libri di Marina Manciocchi
Quarta di copertina

Il mito è quel racconto della psiche
che è anamnesi, prognosi, cura…

Rivolgersi alla Grecia, ai suoi miti, al grande mondo delle opere tragiche per capire che la sofferenza umana, prima di divenire patologia psichica, rappresenta soprattutto sfondo simbolico e tragico dell’uomo, è il percorso lungo il quale si dispiega il tema di questo libro.
Se psicologia vuol dire non solo discorso «sulla», ma soprattutto «della» psiche, il libro riporta le esperienze dolorose dell’uomo al loro fondamento mitico. Le narrazioni delle storie cliniche tramite i personaggi eroici delle tragedie greche – Antigone, Edipo, Aiace e Filottete – danno qui le chiavi di lettura creativa alla depressione e agli attacchi di panico, all’anoressia e alle forme ossessivo-fobiche.
In questo percorso la creatività, funzione mentale che utilizza la componente intuitiva in maniera intelligente e che è presente in ogni individuo, può fornire un contributo inestimabile, sia per la sua forte carica energetica sia per il suo collegamento con la spiritualità. Dimensione psichica che facilita la ricerca di percorsi innovativi, la creatività è la strada maestra per rintracciare il senso del dolore psichico; quel senso che la patologia smarrisce e che la psicoterapia tenta di restituire attraverso la parola, la relazione e la rappresentazione del pathos.