• img-book

    Angelo Malinconico, Nicola Malorni,

Sale!
ISBN: 9788874873067

Psiche mafiosa

Immagini da un carcere

di: Angelo Malinconico, Nicola Malorni,

Li vedi lì, gli occhioni sbarrati, le mani strette ai corpi delle madri, madri distratte, incapaci di cogliere la loro necessità di stare adesi e protetti. Alcuni possono parlare con i padri solo attraverso il telefono…

20,00 17,00

Copie:
Note sugli autori
avatar-author
Psichiatra, criminologo, psicologo analista didatta dell’AIPA (Associazione Italiana di Psicologia Analitica) e dell’iaap (International Association for Analytical Psychology), è docente anche presso le scuole di psicoterapia Atanor e Istituto Gaetano Benedetti. Membro ordinario del lai (Laboratorio Analitico delle Immagini), ha applicato per la prima volta il Gioco della Sabbia su un gruppo di schizofrenici. Direttore di un Centro di Salute Mentale, formatore e supervisore di operatori della salute mentale, è autore, coautore e curatore – oltre che di 120 articoli scientifici – di numerosi volumi tra cui: Giochi antichi, parole nuove (con F. Castellana, 2002), Al di là della parola (con M. Peciccia, 2006), Psicosi e psiconauti (2010), Il sogno in analisi e i suoi palcoscenici (2011), Pauli e Jung: un confronto su materia e psiche (con S. Tagliagambe, 2011).
Libri di Angelo Malinconico
Aggiungi al carrello
Aggiungi al carrello
Aggiungi al carrello
Note sugli autori
avatar-author
Psicologo clinico, psicologo analista, membro ordinario dell’aipa e dell’iaap. Coordinatore di un Centro clinico per la valutazione, l’ascolto e il trattamento di minori vittime di abusi. Formatore e supervisore di operatori di Centri socio-educativi, svolge attività di docenza presso enti accreditati di formazione per operatori socio-sanitari e assistenti familiari. Socio dell’Associazione Italiana di Psicologia Giuridica (AIPG) di Roma e Consulente Tecnico d’Ufficio presso Tribunali Ordinari e per i Minorenni, è autore di pubblicazioni scientifiche inerenti la psicologia analitica e quella giuridica.
Libri di Nicola Malorni
Aggiungi al carrello
Quarta di copertina

E diventa un dono quando si torna a percepire e a vedere nei sogni la potenza del mondo interno, a sentire lo strazio della bellezza oltre le sbarre, quando si ricomincia a desiderare.
Lella Ravasi Bellocchio

Li vedi lì, gli occhioni sbarrati, le mani strette ai corpi delle madri, madri distratte, incapaci di cogliere la loro necessità di stare adesi e protetti. Alcuni possono parlare con i padri solo attraverso il telefono. Voi siete i figli di… e tutto si tace. Basta il nome perché l’incomprensibile si schiuda alla comprensione assoluta. Un non-senso che la magia del nominare avvolge in un senso cui non è necessario aggiungere orpelli. Abissali zone d’ombra, buchi di senso, coartazione dei pensieri propri dell’età: voi siete i figli di… e tutto repentinamente fa impettire.
Li vedi lì e li posizioni su di un crinale: si divincoleranno dalla piovra, oppure poggeranno orgogliosi e tristi le piccole scarpe sempre più grandi su quelle orme impresse dai padri, orme incitanti, orgogliose, magnetiche?

In questo volume l’alveo è l’apparato psichico complesso, dinamico e insieme sistemico, così come concepito dalla Psicologia Analitica di C.G. Jung. In quest’ottica si dipana la formulazione di un progetto di intervento in un carcere di massima sicurezza; progetto non ispirato a classificazioni psicopatologiche o criminologiche, ma a una concezione del benessere psicologico del padre detenuto mafioso, inteso come massima integrazione possibile delle dimensioni intrapsichiche e transpersonali della mente.