• img-book

    Gerardo Pistillo

Sale!
ISBN: 9788874870844
Categoria:

Il corpo in pedagogia clinica

Ri-flessioni per essere in Forma

di: Gerardo Pistillo

La Pedagogia Clinica è una branca della Pedagogia Generale il cui scopo principale è di educare la persona di qualunque età a superare i suoi stati di disagio e ad avere Cura di sé…

16,00 14,00

Copie:
Note sugli autori
avatar-author
Laureato in Scienze dell’Educazione, pedagogista, educatore professionale extrascolastico, pedagogista clinico, consulente tecnico d’ufficio e peritale, è direttore provinciale dell’ANPEC (Associazione Nazionale Pedagogisti Clinici) di Avellino e membro del SINPE (Sindacato Nazionale dei Pedagogisti). Pedagogista presso diverse istituzioni scolastiche ed extrascolastiche dell’Alta Irpinia, collabora da diversi anni con i servizi sociali. Svolge la libera professione nelle province di Avellino e Salerno. Autore di diversi articoli in riviste specializzate, si occupa di epistemologia della pedagogia clinica. Di recente pubblicazione è il suo articolo La «Cura» e la «clinica» come categorie pedagogiche. Lineamenti epistemologici («Pedagogia clinica-Pedagogisti clinici», 25, 2011). Per i tipi delle nostre edizioni ha pubblicato il saggio «Dove abita la pedagogia?», in Scuola che cambia, di G. Pesci, M. Mani (2011).
Libri di Gerardo Pistillo
Quarta di copertina

La Pedagogia Clinica è una branca della Pedagogia Generale il cui scopo principale è di educare la persona di qualunque età a superare i suoi stati di disagio e ad avere Cura di sé. La sua azione maieutica consiste nel fornire, attraverso il ricorso a un ampio ventaglio di metodi, un valido aiuto alla persona nel processo di esplorazione delle «stanze nascoste» e «latenti» del proprio «edificio formativo», in vista del raggiungimento di uno stato di salute inteso come equilibrio psicofisico.
Il presente lavoro si configura come un insieme di riflessioni finalizzate a recuperare il corpo umano nella sua unicità sistemica, quale punto di arrivo della storia di vita della persona e punto di partenza per un percorso di meditazione che consenta a ogni essere umano di trovarsi costantemente «in Forma», impegnato in un interminabile processo di autoformazione.
La prima parte del testo risulta incentrata sul recupero dell’essere umano nella sua globalità olistica, la cui costitutiva corporeità risulta essere il centro propulsivo per la strutturazione di percorsi educativi personalizzati e di interventi di aiuto rivolti alla persona in situazione di disagio.
La seconda parte del testo, assunto il corpo quale entità attiva e dialogante nella relazione di aiuto, è finalizzata, attraverso un’analisi attenta delle regole applicative tipiche dei quattro metodi dialogico-corporei – Touch Ball®, Body Work®, Trust System® e Discover Project® –, a un recupero della «clinica», quale pratica eminentemente educativa, rivolta a educare (dal lat. exducere, «trar fuori») la persona all’autoconoscenza e alla tras-formazione continua di sé.