Daniele Ribola

Psicoanalista, vive e lavora a Lugano. Co-fondatore della Scuola di psicoterapia a orientamento junghiano LISTA di Milano, componente del direttivo, docente e conduttore di gruppi di supervisione clinica. Analista didatta al C.G. Jung Institut di Zurigo, dove si è formato con D. Baumann e M.-L. von Franz, è membro dell’Associazione Svizzera di Psicologia Analitica, dell’International Association for Analytical Psychology e dei Graduates Analysts of the C.G Jung Institut. Svolge ricerche sulla psicologia dell’arte e del gesto creativo. Co-fondatore della rivista «La pratica analitica», è autore di saggi inerenti il pensiero junghiano, tra cui la prefazione al libro di M.-L. von Franz, Tipologia psicologica (1998) e gli scritti contenuti nei volumi: In dialogo con l’inconscio. Ricchezza e profondità del pensiero di C.G. Jung a 50 anni dalla sua morte (2011) e Quattro saggi sulla proiezione. Riverberi del Sé nella coscienza (2013) – entrambi con F. de Luca Comandini, R.M. Mercurio e C. Widmann –, Io amo un’ombra del mio cuore (con M. Piatti e A. Pianarosa, 2012), Sguardo sulle psicodinamiche del gesto creativo. Giacometti: la distanza incolmabile (con I. Paterlini, 2013).