Collane
homepage chi siamo contattaci norme per gli autori copia saggio librerie amiche offerte speciali ultime copie
 
Immagini dall'inconscioIl bestiario psicologicoLecturaeParole d’altro genereForma mentisPsiche e TraumaPsicologia ClinicaMedicina transculturalePsicologia InfantileProfessione GenitorePsicopatologia ieri e oggiEsperienzeMagi FormazioneMagi EducazioneItinerari di ricerca educativaPsicologia e PsicomotricitàEducazione e RieducazioneReflectingPedagogia ClinicaI bambini raccontanoNuovi AutoriRivisteAeP
Adolescenza e Psicoanalisi
 
A scuola senza paurapreview

Michele Capurso, Magda Di Renzo, Federico Bianchi di Castelbianco

A scuola senza paura

Comprendere i timori dei bambini e trasformarli in occasioni di crescita
PREZZO: 18,00
PREZZO SCONTATO: 15,50
PAGINE: 224
FORMATO: 14,5x21
ISBN: 9788874870943
ANNO: 2012
DISPONIBILITÀ: Si
Mi ninninna la pelle e mi sento di pietra.

... I due bambini non sanno cosa fare. Chiedono aiuto a tutti: insegnanti, bidelli e anche alunni, ma niente, neanche loro sapevano come aiutarli. Alla fine della giornata scolastica il bambino si sente molto depresso e decide di andare da Walter, il suo gelataio di confidenza, che gli dà qualche consiglio su come risolvere il suo problema...

I mostri non esistono. Comprati i libri più tranquilli.

Alcune mie paure sono sparite e alcune no. Sono scomparse: quella della befana, andare a scuola (alla materna), buio, l’uomo nero, fantasmi, lupo, uomini alti, ragni. Sono rimaste: serpenti, luci sconosciute. Si sono aggiunte: ladri, uomini mascherati che mi guardano e mi seguono, interrogazioni, verifiche.

Ho scoperto che i miei compagni pressappoco hanno le mie stesse paure e mi ha fatto bene esprimerle e ora ho come un senso di libertà, non ho più il peso di prima.


Ogni giorno milioni di bambini vanno a scuola. La vita scolastica è occasione di crescita, ma molto spesso viene vissuta con paura e disagio. I bambini hanno paura di prendere un brutto voto, di essere presi in giro, di sbagliare un compito, di essere sgridati dalla maestra, di farsi male alla ricreazione, di dover dare la merenda ai bulli...
La paura è un sentimento universale, che ci accompagna per tutta la vita e che, se vissuto in modo equilibrato, può aiutarci a sviluppare nuove forme di pensiero e strategie per affrontare la realtà. Eppure questo tema non trova spazio tra i banchi della scuola. I bambini vengono lasciati soli ad affrontare i loro problemi e la scuola, anziché ascoltarli, spesso contribuisce ad aggravare le loro preoccupazioni.
Il libro, frutto di una ricerca svolta nelle scuole elementari e medie italiane, mette in evidenza le ragioni e i vissuti che più possono spaventare il bambino. Le parole degli stessi bambini, oltre a raccontare i vissuti di paura, suggeriscono anche le strategie per superarla e i soggetti percepiti come più vicini e utili per vincerla. L’ultima parte del libro presenta attività e schede didattiche per affrontare e superare, a scuola, le paure più comuni.
Dall’analisi dei dati emerge con chiarezza che uno dei compiti primari dell’insegnamento deve essere quello di accompagnare il bambino nel suo processo di crescita, unendo in modo armonico emozioni e cognizioni.

Michele Capurso, laureato in Pedagogia, svolge l’attività di ricercatore in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Perugia. Già impegnato nelle attività scolastiche e di formazione negli ospedali pediatrici italiani e statunitensi, oggi si occupa della direzione e del coordinamento delle attività formative per l’Associazione «Gioco e Studio in Ospedale» di Genova. Presidente, dal 2010, della Federazione Europea dei Pedagogisti Ospedalieri (H.O.P.E.), è autore e coautore di numerosi scritti inerenti la psicologia dell’educazione, tra cui i volumi La casa delle punture (2005), Ti racconto il mio ospedale (2007) e Quando si ammala un bambino (2008).

Magda Di Renzo, analista junghiana, membro del Centro Italiano di Psicologia Analitica (cipa) e dell’International Association for Analytical Psychology (IAAP). Respon­sabile del Servizio di Psicoterapia dell’età evolutiva dell’IdO (Istituto di Ortofonologia) di Roma, dirige la Scuola di Psicoterapia dell’Età Evolutiva a indirizzo psicodinamico. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo Il colore vissuto (1998), La psicologia del colore (2000), Fiaba, disegno, gesto e racconto (2005), I significati dell’autismo (2007).

Federico Bianchi Di Castelbianco, psicoterapeuta dell’età evolutiva, direttore e responsabile del Servizio di Diagnosi e Valutazione dell’IdO di Roma. Promotore di ricerche nell’ambito della psicodiagnosi e psicoterapia dell’età evolutiva, del portale www.diregiovani.it e dell’evento annuale «Diregiovani­Direfuturo-Festival delle Giovani Idee». Auto­re e coautore di numerose pubblicazioni in cui affronta problematiche dell’infanzia e dell’adolescenza.
« Indietro
     
     
web engineering | kaoma       powered | b-editor